A me sembra che Inter e Liverpool abbiamo giocato mezza partita a testa. L’Inter ha quasi rinunciato alla sua parte di gioco importante, di personalità complessiva che spesso in stagione ha dimostrato. Ha tenuto i centrocampisti bassi, soprattutto Brozovic, lasciando a Calhanoglu il compito di mettere insieme l’attacco. Ha giocato un buon primo tempo, ma senza la mentalità della squadra che vuole davvero vincere. E’ scesa in campo sentendosi inferiore, non ha mai insistito nell’attaccare, ha cercato dei contropiedi manovrati, un po’ isolati e atipici, come figli sgraditi.

Ascolta “L’Inter contro il Liverpool come una squadra che conosce i suoi limiti: Inzaghi se la rigiocherebbe così?” su Spreaker.

Il Liverpool ha giocato sull’attesa che la sua qualità portasse via alla fine la partita. C’è stato poco di tutto quello che del Liverpool fa abitualmente paura. Anche stavolta, come col Milan nei gironi, è sembrato un successo preso con molta impudenza, dote che il Liverpool non merita. Ma se gli inglesi potevano permettersi anche un errore nel temperamento della partita, altrettanto non poteva permettersi l’Inter. Ha giocato da squadra che conosce i suoi limiti. Va benissimo, ma se alla fini li riconosci sempre, perdi giustamente la partita. Questo va in parte sul conto di Inzaghi. Rigiocherebbe allo stesso modo domani?



Leggi l’articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito