La Uefa ha diramato una nota al termine del Consiglio d’Europa odierno, nel quale si sono toccati vari aspetti legati al mondo del calcio:

In una risoluzione adottata oggi, l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (PACE) ha dato un risoluto sostegno alla UEFA, oltre a dare un importante contributo ai temi prioritari per lo sviluppo futuro positivo del calcio.

In linea con le risoluzioni del Parlamento e del Consiglio dell’UE adottate alla fine del 2021, la risoluzione PACE “Football governance: business and values” guidata da Lord George Foulkes, membro della Camera dei Lord del Regno Unito ed ex presidente di Heart of Midlothian Football Club (2004-2005), sottolinea l’impegno universale delle autorità pubbliche europee a proteggere e rafforzare ulteriormente il modello di solidarietà e valori del calcio europeo.

Lord Foulkes e gli altri membri dell’APCE, in rappresentanza dei parlamenti nazionali e dei cittadini di tutti i 47 Paesi membri, affrontano le attuali minacce a questo modello in modo diretto e inequivocabile. La risoluzione è particolarmente dannosa per il fallito tentativo di fuga della Super League europea e mette in guardia contro le conseguenze potenzialmente “disastrose” dei piani attualmente allo studio dalla FIFA di organizzare la Coppa del Mondo ogni due anni.

La risoluzione fa appello agli organi di governo dello sport e alle parti interessate e contiene raccomandazioni su una serie di questioni prioritarie, dal buon governo e il contributo delle leghe nazionali ai meccanismi di solidarietà paneuropei, dai diritti umani all’uguaglianza di genere, alla protezione dei minori e al mercato dei trasferimenti riforme, tra le altre. La UEFA accoglie con favore l’ampio contributo e valuterà adeguatamente i dettagli sostanziali insieme alle parti interessate e agli esperti pertinenti.

La risoluzione sarà di supporto alle importanti discussioni che si terranno nell’ambito della consultazione e del processo di riforma della Convenzione UEFA sul futuro del calcio europeo, che riunisce tutte le principali parti interessate del calcio europeo e include l’UE e il Consiglio d’Europa come osservatori formali.

Commentando la risoluzione, il presidente UEFA Aleksander Čeferin ha dichiarato: “Le istituzioni europee e il calcio europeo – così come il movimento sportivo europeo – sono fermamente uniti dietro i nostri valori e il nostro modello basato sulla solidarietà. Non c’è spazio per interpretazioni o negoziazioni. È ‘No’ alle super leghe egoistiche e ‘No’ alle proposte stravaganti per i Mondiali. Ma ‘Sì. Sì. Sì’ a lavorare insieme per proteggere e rafforzare il nostro modello che opera nell’interesse del calcio europeo e della società”.



Leggi l’articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito