Intervistato da Udinese TV a margine del pareggio contro lo Spezia, Beto ha motivato così le sue proteste dopo un presunto intervento da rigore ai suoi danni di Dragowski: “Io ho sentito un contatto con il portiere. Speravo che l’arbitro andasse a rivedere l’azione, in questo modo poteva valutare meglio. Sulla sua decisione non posso fare niente”.

Il focus del portoghese si è poi spostato sulla prestazione della sua squadra: “Quando scendiamo in campo pensiamo solo a vincere, non contano i risultati precedenti. Abbiamo ripreso la partita ma, dopo il secondo gol subito, è mancata la determinazione. Questi errori capitano già da un po’ di partite. Noi vogliamo fare il meglio per la squadra – ha proseguito -, mi fido dei miei compagni, questi errori succedono ed è difficile spiegare cosa stia succedendo in questo momento. Dobbiamo lavorare, riguardare gli errori che abbiamo fatto ed andare a Bergamo pensando solo a vincere. Il mio gol? Provato in settimana, sfruttiamo molto le caratteristiche mie e di Success. Frutto dell’allenamento”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito