Riccardo Pecini, direttore sportivo dello Spezia, ha rilasciato un’intervista a Il Secolo XIX nella quale ha parlato della squadra ligure, costruita sui giovani: “Mi trovo molto a mio agio in questa filosofia. Certamente diversa da quella italiana, più conservatrice. Se non si può parlare di cambio culturale, sicuramente di novità. Che può arricchire. La proprietà statunitense ha una diversa concezione di quantificazione del rischio, più strutturata. Una diversa gestione aziendale del quotidiano che ti permette di lavorare costantemente in maniera programmatica e organizzata. Un altissimo concetto di team solidale, con persone che hanno piacere di lavorare insieme e propensi alla condivisione. Penso che sia facile che in futuro arrivino altre proprietà statunitensi”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito