Lunga analisi di Mario Sconcerti, che sulle pagine del Corriere della Sera dà i voti alle squadre per il girone d’andata. Per il Napoli il giudizio è 6,5: “È un voto basso per la terza in classifica, ma è stato troppo grande il crollo finale, tre sconfitte consecutive in casa contro Atalanta, Empoli e Spezia. Tutto è cominciato dall’infortunio a Osimhen ma si è consolidato con quello di Koulibaly. Con lui in campo il Napoli aveva perso solo contro l’Inter. La squadra adesso è lontana da una classifica ambiziosa. Il sogno torna a essere l’ingresso in Champions, cioè un’ottima consolazione economica, marginale dal punto di vista tecnico rispetto al valore della squadra. Il migliore è stato Zielinski (8), poi Koulibaly (7,5). Sono parzialmente mancati Lozano e Politano, nella parte finale anche Di Lorenzo (7), forse il giocatore più europeo del Napoli. Era cresciuto molto Fabian Ruiz con la sua regia e i suoi 5 gol, oggi fuori da quattro partite. Spalletti 7”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito