Affondo di Sconcerti sul Corriere della Sera che paragona la Juventus, espressione degli Agnelli e dell’altra parte del cielo del nord industrioso e industriale (Torino) alla capitale economica del nord, Milano, con Milan e Inter in vetta alla classifica. “La Juve e Milano sono infatti due vasi comunicanti, non esistono senza l’altro. Milano ha vinto 37 scudetti, la Juve 36. La Juve soffre le Coppe perché lì Milano ha altri numeri. Sono i numeri di Milano a rendere insopportabili quelli della Juve, quindi a spingerla ad andare oltre a qualunque costo. E nel calcio industriale, sono i numeri positivi a creare business. La fase disperata della Juve comincia quando vince e stacca Milano. Cioè resta sola. Il calcio italiano diventa piccolo perché piccolo è diventato l’avversario. Tutti noi siamo valutati dalla bravura del nostro nemico, ma preferiamo non saperlo”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito