Per conquistare l’intera posta in palio in un Sassuolo-Lazio di Serie A servono almeno due marcature.
Chi ha vinto, dal 2013-2014 in poi, infatti, lo ha fatto segnando due o tre gol.
Una regola che vale sia per i neroverdi padroni di casa che per i biancocelesti ospiti.
Il bilancio dei precedenti vede in vantaggio gli ospiti per numero di successi, 4-2, e reti fatte, 14-9. Mentre i segni X ammontano a 2.
Data l’esiguità degli scontri diretti in Serie A, meglio concentraci sullo stato di forma dei due club.
Sassuolo che viene da 4 giornate a punti, 3 pareggi e 1 successo (di peso, in casa del Milan). Si tratta della più lunga serie positiva della gestione Dionisi. Anche se, fra l’ottavo e il decimo turno, i punti raccolti furono 7.
Lazio che dopo i 2 KO consecutivi contro le ex di Sarri, Juventus e Napoli, ha messo assieme 4 punti negli ultimi centottanta minuti di torneo (e nello scorso weekend ha conquistato il Ferraris blucerchiato).
Classifiche di rendimento.
Le due compagini sono alla pari per clean sheet, 2-2, e quasi sul fronte dei giocatori mandati a rete, 9-8 per gli emiliani.
Ma la squadra di mister Dionisi ha messo in mostra una prerogativa che era propria della squadra di Inzaghi, e Sarri al momento non sembra aver ritrovato, i gol pescati in panchina: 3-1 per Berardi e compagni.
A proposito, qualcuno ricorda contro chi Raspadori ha marcato il primo gol in Serie A?

CONFRONTI DIRETTI A REGGIO EMILIA (SERIE A)
8 incontri disputati
2 vittorie Sassuolo
2 pareggi
4 vittorie Lazio
9 gol fatti Sassuolo
14 gol fatti Lazio

PRIMA SFIDA A REGGIO EMILIA (SERIE A)
Sassuolo-Lazio 2-2, 6° giornata 2013/2014

ULTIMA SFIDA A REGGIO EMILIA (SERIE A)
Sassuolo-Lazio 2-0, 38° giornata 2020/2021

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito