Riportiamo di seguito il comunicato FIFA in merito alla partita Brasile-Argentina, in programma il 5 settembre e interrotta dopo che le autorità locali avevano tentato di isolare quattro giocatori dell’Albiceleste (nello specifico Emiliano Martinez, Buendia, Lo Celso e Romero), rei a loro avviso di aver rilasciato false dichiarazioni all’ingresso nel Paese, omettendo di segnalare di essere stati nel Regno Unito nei quattordici giorni precedenti il loro arrivo. In questi casi, infatti, il protocollo prevede che i soggetti in questione si sottopongano ad una quarantena obbligatoria, circostanza che non si è verificata per i quattro giocatori sopraccitati. La squadra di Scaloni aveva pertanto deciso di abbandonare il campo, decisa a fare affidamento “su tutti o su nessuno”.

“La Commissione Disciplinare FIFA ha preso le sue decisioni in relazione alla partita abbandonata Brasile-Argentina nella competizione preliminare per la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022 del 5 settembre 2021.

Dopo un’approfondita indagine sui vari elementi di fatto e alla luce delle normative applicabili, la Commissione Disciplinare FIFA ha deciso che la partita dovrebbe essere rigiocata in una data e in un luogo stabiliti dalla FIFA.

Inoltre, la Commissione Disciplinare FIFA ha concluso che l’abbandono della partita è derivato da diverse carenze delle parti coinvolte nelle rispettive responsabilità e/o obblighi in relazione alle prime. In quanto tale, la Commissione Disciplinare FIFA ha anche deciso di:

1. condannare la Federcalcio brasiliana al pagamento di una sanzione di CHF 500.000 per infrazioni relative all’ordine e alla sicurezza;

2. condannare la Federcalcio argentina al pagamento di un’ammenda di CHF 200.000 per il mancato rispetto degli obblighi in materia di ordine e sicurezza, preparazione e partecipazione alla partita;

3. condannare la Federcalcio brasiliana e la Federcalcio argentina al pagamento di una multa di CHF 50.000 ciascuna per abbandono della partita;

4. sospendere i giocatori argentini Emiliano Buendía, Emiliano Martínez, Giovani Lo Celso e Cristian Romero per due (2) partite ciascuno per non aver rispettato il Protocollo FIFA Return to Football International Match.

Le decisioni della Commissione Disciplinare FIFA sono state comunicate oggi alle parti interessate.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito