Roberto Pruzzo, ex attaccante della Roma e idolo dei tifosi giallorossi, è stato intervistato dalle colonne del Corriere dello Sport. Tra gli argomenti toccati, focus su Abraham, che è arrivato alla Roma alla stessa età dello sbarco di Pruzzo nella Capitale. “E’ un attaccante completo, un ottimo acquisto – ha raccontato Pruzzo -. Sta dimostrando il suo valore, dopo un periodo fisiologico di adattamento al nostro calcio: non è mai facile per uno straniero capire la Serie A”. Abraham sembra però avercela fatta e lo dimostrano le tante reti già messe a segno con la maglia giallorossa: “Questo è un dato che conta. Però bisogna ammettere che adesso per gli attaccanti è molto più facile segnare rispetto ai miei tempi. Sono cambiati i difensori, sono cambiate le regole, ci sono più rigori” che però l’attaccante inglese non ha ancora mai calciato. Per Pruzzo questo è un peccato, “Consiglio ad Abraham di chiedere a Mourinho di batterne. Lo aiuterà”. Poi un pensiero sulla crescita della Roma e della guida Mourinho: “José è l’unico che può portare la Roma in alto. Entro un anno sarà pronto per sfidare le big del campionato. (…) Serve più concretezza non solo tra una partita e l’altra ma anche dentro alla stessa partita. Finora la squadra ha la classifica che si merita”. E c’è anche l’occasione ghiotta della Coppa Italia, contro un’Inter che sarà distratta dalla corsa allo scudetto: “La Coppa Italia è un trofeo serio, dev’essere un obiettivo”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito