Continua il nostro viaggio all’interno del campionato Primavera 2, ecco la miglior formazione, secondo le nostre classifiche di rendimento, del Girone B

Dopo aver stilato l’undici ideale del Girone A relativo al campionato Primavera 2, è l’ora di esaminare quanto successo a centro-sud. Il torneo ha visto il successo con tre giornate di anticipo del Cesena, che si è poi anche aggiudicato la Supercoppa per 4-1 contro i padroni casa dell’Udinese, ma non ha impedito a tanti giovani talenti, alcuni di loro esordienti tra i professionisti durante questa stagione, di mettersi in mostra e guadagnarsi la presenza all’interno della formazione elaborata dalle nostre speciali classifiche. Oltre ai romagnoli, autori di una splendida impresa, menzione d’onore anche per il Frosinone (che ha inoltre ospitato LGI nella recente tappa dei nostri Workshop tra i club) di Giorgio Gorgone, unica rappresentante del Girone B nelle semifinali playoff e così ancora in lizza per l’ultimo posto disponibile per la promozione in Primavera 1.

In porta troviamo proprio colui che ha difeso il più delle volte i pali dei ciociari, Lorenzo Palmisani, che nonostante la concorrenza di Alessandro Vilardi con cui si è spesso alternato, è risultato il migliore secondo i nostri Ranking. Per quanto riguarda il suo vice in questa formazione, si resta sempre nel Lazio con Giacomo Moretti, una delle note positive durante una seconda parte di stagione tribolata per la Primavera biancoceleste.

Il reparto arretrato è composto da ragazzi di quattro differenti compagini. Sulle fasce Filippo Scieuzo dello Spezia e Michele D’Ainzara dell’Ascoli, due tra i più continui in termini di rendimento per le rispettive squadre. Al centro della difesa, Leon Baldi, tra le certezze per la retroguardia della matricola Perugia, e Mario Perrone, esordiente in Serie A durante questa stagione in maglia granata nella gara di campionato con la Lazio. Pronti a subentrare dalla panchina, uno tra i perni al centro della difesa dei campioni del Cesena come Simone Pieraccini e sugli esterni Romano Floriani Mussolini (anche per lui le convocazioni in prima squadra non sono mancate) e Cristian Grassi in forza rispettivamente in Lazio e Perugia.

Regista davanti alla difesa, un altro esordiente in A con la maglia della Salernitana qual è Alessandro Russo, sceso in campo da subentrante nel derby con il Napoli al Maradona. Ai suoi fianchi gol e qualità con Marco Bertini e Matteo Francesconi: sono 9 i centri dell’interno della Lazio, mentre la mezzala del Cesena, tra i giocatori chiave per il successo finale della sua squadra, è arrivata a quota 7. Ricambio in panchina, infine, del centrocampo è Simone Cangianiello del Frosinone.

Si resta sempre tra le file dei romagnoli per l’esterno destro del nostro 4-3-3 con Edoardo Bernardi, mentre si torna ad Ascoli per l’out di sinistra con Filippo Palazzino, che dopo un eccellente girone d’andata, è stato una presenza saltuaria per il gruppo di mister Pergolizzi essendo una presenza fissa tra i convocati della prima squadra con cui ha debuttato a Terni e giocato altri 3 spezzoni. Al centro dell’attacco Simone Stampete, centravanti arrivato quest’anno a Frosinone, con cui ha messo a segno 17 reti, dopo esperienze tra dilettanti e Serie C ed ormai quasi pronto per il grande salto. Non mancano i ricambi di valore nel reparto avanzato, le due punte immediatamente alle spalle di Stampete sono state altrettanto prolifiche: Valerio Crespi per la Lazio e Matteo Panattoni per il Pisa, hanno dimostrato a loro volta tutto il loro valore realizzando rispettivamente 15 e 18 gol.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito