La Repubblica analizza il ko del Milan contro il Porto al suo interno nell’edizione odierna. Il risultato del Dragao ha obbedito alle premesse perché i rossoneri, indeboliti dalle assenze, hanno ceduto ad un’avversaria più abituata al palcoscenico e più provvista di attori di livello medio superiore. Il gol di Luis Diaz, che compromette la Champions League del Diavolo, è però viziato da un evidente fallo di Taremi su Bennacer che l’arbitro Brych, confortato dal VAR, non ha rilevato. Nel torneo delle stelle vince chi ne ha di più e Conceicao si è accontentato di Luis Diaz e Taremi, ma tra due settimane, chissà, il Milan potrebbe essere un altro e Ibrahimovic, ieri ammonito, esserne un protagonista.



Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito