“È il momento di dimostrare che non siamo solo bravi, ma che possiamo essere i migliori”. È questa la dichiarazione centrale della conferenza stampa di Pioli di ieri pre Verona-Milan. Ed è questa la dichiarazione centrale nelle prossime tre partite che restano ai rossoneri: vincere, raccogliere almeno 7 punti, per essere i migliori d’Italia. L’obiettivo è chiarissimo e una vittoria contro l’Hellas…

Mentalità
A Verona non sarà semplice, è chiaro; la squadra di Tudor è una formazione ostica, che gioca bene ed è aggressiva, spinta da un pubblico caldissimo. Giroud e compagni, però, avranno dalla loro 15mila tifosi presenti al “Bentegodi” e una mentalità da grande squadra in continua crescita: “Vedo i miei giocatori sempre sul pezzo, attenti e motivati. Stanno gestendo bene queste emozioni. Non vedo i miei giocatori ansiosi e preoccupati, li vedo motivati. Una virgola può fare la differenza. Siamo concentrati, ansiosi e non frenetici. C’è stata una crescita eccezionale. Pensavo di dover essere qui a Milanello a doverli tranquilizzare, ma in realtà no: sono sempre sereni e sorridenti, felici di essere qua”.

La probabile formazione
Per risuperare l’Inter, passata momentaneamente in testa al campionato, Pioli si dovrebbe affidare alla seguente formazione: Maignan in porta, Calabria, Kalulu, Tomori e Theo Hernandez in difesa; Tonali e Kessie a centrocampo; Giroud di punta supportato da Leao a sinistra, Saelemaekers a destra (in vantaggio su Messias) e Krunic al centro, preferito a Bennacer (in panchina) e a Diaz. Presenti Ibrahimovic, Rebic e Florenzi.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito