L’ex arbitro Luca Marelli attraverso un post su Facebook ha spiegato perché è stato giusto annullare il gol di Giuseppe Caso nel corso di Vicenza-Cosenza di ieri sera. Un episodio che ha suscitato grandi polemiche in casa calabrese con il presidente Guarascio che ha chiamato il presidente della Lega B Mauro Balata nell’intervallo. Questo il post di Marelli:

“La rete annullata al Cosenza per fuorigioco di Caso è una fattispecie espressamente prevista da mille video della FIFA e della UEFA, mostrati fino alla nausea agli arbitri e, soprattutto, agli assistenti. Il concetto da tenere presente in questa circostanza è l’immediatezza. Non c’entra nulla il concetto di giocata che è una fattispecie completamente differente. Un giocatore partito in fuorigioco non può nell’immediatezza il pallone ad un avversario, per quanto lo stesso controlli male o bene lo stesso. – continua Marelli – Nel caso specifico De Maio controlla male il pallone, ma non ne perde il possesso e, nell’immediatezza, il giocatore Caso (partito in fuorigioco di circa 10 metri) contrasta l’avversario. Caso, se non fosse partito in fuorigioco non si sarebbe trovato in quella posizione e pertanto non avrebbe potuto intervenire sul pallone. In sostanza nell’immediatezza ha sfruttato la posizione di fuorigioco da cui era partito. Su questo episodio non ci sono possibilità di interpretazioni differenti”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito