L’Inter si conferma la capolista di questa Serie A e non ferma la sua corsa centrando la sesta vittoria consecutiva in campionato battendo per 5-0 la Salernitana e portandosi momentaneamente a +4 sul Milan secondo. Una partita senza storia in cui i nerazzurri di Simone Inzaghi vincono e convincono grazie ai gol di Perisic, Dumfries, Sanchez, Lautaro e Gagliardini che valgono record su record infranti e un momento di forma che sembra inarrestaile. Contestatissima la squadra di Colantuono, non tanto per la sconfitta, ma per la situazione societaria che sta condizionando la stagione.

È troppo fievole la resistenza della Salernitana che fin da subito si arrende al possesso palla dell’Inter e cerca, come può, di limitare i danni in fase difensiva e così, dopo un rigore chiesto da Dzeko in area, il gol dei nerazzurri ci mette poco ad arrivare. All’11esimo su corner di Calhanoglu (5° assist su calci da fermo, migliore nei top 5 campionati), sul primo palo svetta Perisic che batte Fiorillo. Tutto troppo facile al punto che i nerazzurri abbassano i ritmi, si crogiolano sul vantaggio, vanno vicini al raddoppio con Dumfries, ma non affondano il colpo e così al 30esimo l’ex Obi batte un colpo costringendo Handanovic all’intervento che salva il risultato.

Una scossa che l’Inter prende sul serio e infatti poco dopo trova il 2-0 con Brozovic che inventa per Dzeko il quale mette subito in mezzo per Dumfries che di prima spara un siluro che spacca la traversa e si insacca alle spalle di Fiorillo come confermato dalla Goal Line Technology. Quello dell’olandese è il gol numero 100 dell’Inter nell’anno solare 2021 e aggiorna un record che durava dal 1950 in cui i nerazzurri si fermarono a 99 gol. La Salernitana di fatto esce dal campo e Dzeko di un soffio non trova il tris prima dell’intervallo.

L’Inter stavolta non ha intenzione di lasciare niente al caso e riparte con l’obiettivo di chiudere la gara e al 52esimo è una splendida azione manovrata Calhanoglu-Dzeko-Calhanoglu-Sanchez a portare il cileno al 3-0 che batte Fiorillo. Certo del risultato Inzaghi fa rifiatare i suoi mandano in campo Lautaro, Dimarco e Vidal per Sanchez, Bastoni e Barella. Colantuono dà spazio anche a chi ha trovato meno campo quest’anno ma il risultato non cambia e, anzi, l’Inter passa ancora altre due volte con Lautaro Martinez, che batte il record di Icardi, e con Gagliardini, entrato al posto di Brozovic, che chiude i conti col pokerissimo finale. Il 5-0 non è risultato eccessivo, anzi, il parziale avrebbe potuto essere anche più alto. L’Inter domina anche a Salerno e si conferma la capolista di questa Serie A.​



Leggi l’articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito