Risultato finale: Bologna-Napoli 0-2

Meret 6 – Ospina non c’è e tocca a lui giocare anche in campionato. Il suo pomeriggio è di assoluta tranquillità. Tranne che per il freddo.

Di Lorenzo 6 – Solita corsa e generosità in ambi le fasi. Fa il suo senza soffrire praticamente mai.

Rrahmani 6 – Deve tenere a bada Arnautovic, prima, e il redivivo Falcinelli, poi.

J. Jesus 6- Prestazione solida. Non sbaglia niente.

Mario Rui 6,5 – Torna titolare dopo lo stop dovuto al Covid-19 e si vede subito quanta voglia abbia di giocare. Prestazione d’intensità per il laterale che dalla sua parte aiuta la squadra a creare pericoli con continuità.

Lobotka 6,5- Cervello della mediana. Gestisce i tempi di gioco in uscita dalle retrovie con lucidità

Fabian 7,5 – Da il via all’azione del vantaggio con una bellissima apertura sulla sinistra. In apertura di ripresa serve subito il pallone del 2-0 ancora a Lozano. Dall’86’ Ghoulam sv

Elmas 6 – Suo l’assist per l’1-0 di Lozano. Da il suo contributo per tutto il match. Dall’86’ Petagna sv

Zielinski 7,5 – Arrivato a Bologna solo stamani dopo la fine dell’isolamento viene mandato subito in campo da titolare. Tutti i palloni offensivi passano dai suoi piedi, come quello da cui nasce il 2-0. Dall’80’ Demme sv

Lozano 8 – Ha un’occasionissima al 5’ sfumata solo per la deviazione provvidenziale di Skorupski. Si fa perdonare con la zampata dell’1-0 al 20’ e con il tap-in del raddoppio ad inizio ripresa. Dal 71’ Politano 6 – Gestisce il tempo in campo senza problemi.

Mertens 6,5 – Fra i quattro giocatori offensivi è forse quello più in ombra, anche se negli spazi che crea il Napoli trova modo di far male. Dal 71’ Osimhen – Rientra a tempo di record dopo il terribile infortunio rimediato al volto contro l’Inter. Già per questo la sua prestazione in Emilia è da considerarsi positiva.

Luciano Spalletti 7 – La squadra cancella l’eliminazione in Coppa Italia con una prestazione ottima in quel di Bologna. Lozano decide il match, ma tutto l’organigramma funziona alla grande. Zielinski, appena recuperato, e Fabian fanno il bello e il cattivo tempo al Dall’Ara. Ennesima dimostrazione che il suo Napoli per le primissime posizioni c’era, c’è e ci sarà fino all’ultimo minuto.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito