Dovevano essere in cinque, alla fine si sono ritrovati in sei. La Juventus ha ripreso la preparazione al Training Center della Continassa, dopo i due giorni di riposo concessi domenica e lunedì, in vista del ritorno in campo in programma sabato alle 18 allo stadio Maradona di Napoli. Massimiliano Allegri si aspettava, come da iniziale programma, di ritrovare nel pomeriggio di ieri solamente Perin, Pinsoglio, De Sciglio, Pellegrini e Rugani come giocatori a disposizione per via degli impegni delle nazionali. L’elemento sorpresa che ha modificato i piani è stato Weston McKennie che, dopo l’esclusione dalla nazionale statunitense per le ultime due uscite valide per la qualificazione ai mondiali in Qatar, ha viaggiato dagli States facendo rientro in Italia e facendo parte della prima seduta settimanale nel centro sportivo bianconero. Dal punto di vista numerico indubbiamente una buona notizia per Allegri che da oggi, anche se solo per sedute di scarico e massaggi, comincerà a rivedere qualche suo calciatore (De Ligt e Rabiot), di rientro dalle rispettive selezioni.

MCKENNIE, DALL’ESCLUSIONE ALLA MAGLIA DA TITOLARE? – Ha suscitato enorme dibattito, e diverse riflessioni, quanto accaduto in terra americana a Weston McKennie. Il centrocampista infatti è stato allontanato da team USA per aver violato il protocollo anti Covid-19 del gruppo squadra ed è stato rispedito a Torino dal commissario tecnico Gregg Berhalter. “Weston torna in Italia, – aveva dichiarato il c.t., – e non sarà disponibile per la partita contro l’Honduras a causa di una violazione della politica della squadra del protocollo Covid. Ci sono grandi aspettative per coloro che fanno parte della squadra nazionale maschile degli Stati Uniti ed è importante che tutti nel gruppo siano responsabili“. Nelle menti di tutti la prima violazione, con la festa a casa in compagnia di Arthur e Dybala nel capoluogo piemontese, costatagli l’esclusione dal derby della Mole. Non una novità dunque anche se le circostanze appaiono a oggi differenti. La sostanza racconta però il rientro alla base con qualche giorno di anticipo che indubbiamente fa comodo ad Allegri che potrà così contare, in una situazione d’emergenza coi cinque sudamericani al rientro alla vigilia della trasferta campana, su un elemento in più che, a questo punto, si candida per una maglia da titolare.



Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito