Rammarico e delusione, ma anche orgoglio e sensazioni positive per aver tenuto testa ad un grande Liverpool. Può essere letto così il ko per 2-0 dell’Inter contro i Reds nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Un match bello e intenso, per larghi tratti davvero ben giocato dai nerazzurri soprattutto in diversi suoi interpreti come Skriniar, Perisic e Calhanoglu. Poi il blackout fisico finale, con Firmino e Salah capaci di segnare due gol nell’ultimo quarto d’ora di gioco. Con la sfida di Anfield fra due settimane che a questo punto assume i contorni di una vera e propria impresa.

A fine gara il tecnico Simone Inzaghi ha cercato di andare oltre la delusione per la sconfitta riempiendo di elogi i suoi e regalando parole d’orgoglio per gruppo e tifoseria. E anche per i protagonisti, da Dumfries a Dzeko fino a Skriniar, lo 0-2 finale è sembrato fin troppo ampio visti i valori tecnici emersi dal campo. Chiusura col capitolo rinnovi: Marotta prima del match si è detto ottimista per Perisic ma soprattutto per quanto riguarda il futuro di Marcelo Brozovic.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito