Per la Francia l’ultima partita della fase a gironi di Qatar 2022 non contava quasi nulla, ma per la Tunisia eccome. La differenza di motivazioni e di obiettivi è stato l’elemento regolatore di una sfida che non ha offerto grande spettacolo, ma almeno un risultato a sorpresa, sulla carta, grazie alla vittoria per 1-0 dei nordafricani.

L’ha decisa l’uomo-immagine della nazionale di Kadri, mancato di fatto per le prime due uscite (con l’Iran era giusto subentrato) e nuovo africano da record nella storia del Mondiale. Il suo bel gol non è servito a consegnare il sogno ottavi di finale alla Tunisia (colpa della vittoria dell’Australia sulla Danimarca) ma ha regalato quantomeno una finestra di gioia al suo paese. La Francia, nonostante il ko (primo ai Mondiali ed Europei da 6 anni a questa parte), si è qualificata comunque come prima del suo girone.

Una nota “di colore”, infine: Tunisia-Francia ha fatto registrare la seconda invasione di campo di questo Mondiale. Stavolta, dopo l’italiano con la bandiera tricolore, l’ha fatta un sostenitore dei nordafricani, sventolante uno stendardo palestinese.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito