Cláudio Luiz Rodrigues Parise Leonel ha dovuto girovagare prima di trovare la sua vera identità ma una volta sbarcato al Bragantino, alla corte dei bibitari della Red Bull che pure in Brasile hanno messo tende e radici, è diventato grande. Classe 1997, Claudinho è la stella dello Zenit San Pietroburgo che ha vinto la concorrenza interna dei club di Lipsia e Salisburgo ma pure interessamenti italiani. Oltre 15 milioni di euro per prenderlo dal Bragantino, il club russo ha pescato una delle migliori perle del calcio sudamericano che ha vinto di recente le Olimpiadi col Brasile.

Un diez tutto fantasia
Scuola Corinthians, capocannoniere del recente Brasilerao, di cui è stato votato miglior giocatore, è uno dei maggiori pericoli della Juventus. In patria giocava di fatto da diez, dietro ad Alerrando, ora il brasiliano di Guarulhos viene schierato più da fantasista esterno da Semak nel suo 3-4-3 (o in un più prudente 5-4-1). brevilineo, piede destro, gran rapidità sul breve e sull’allungo, ha una gran capacità di calcio e vede la porta come pochi. Come fatto contro il Malmo. Come sogna di fare contro la Juventus.

“Il migliore tra i brasiliani”
Di lui il suo ex tecnico Mauricio Barbieri ha detto che per modo di giocare, per talento e potenziale, ha reso al top ed era “il miglior giocatore in questo momento in Brasile”. Lo Zenit, che col Sudamerica (ma soprattutto con l’Argentina) aveva un canale diretto, ha deciso d’andare a prendere un altro crack brasiliano dopo Malcolm dal Barcellona. E l’investimento su Claudinho sembra già più che ripagato.



Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito