“Fermarsi, ricordare e comprendere il valore del ruolo dello sport nella salvaguardia di principi che creano gli anticorpi contro il virus dell’odio e della violenza. Oggi, 27 Gennaio, è il Giorno della Memoria”, dice il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. “Questa giornata deve essere per tutti noi un momento di riflessione profonda su valori quali il rispetto e la fratellanza verso il prossimo e, per le generazioni future, deve rappresentare un monito determinante affinché quanto successo in passato non si ripeta”.

Si è stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 Gennaio perché in quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, ponendo fine al più grande omicidio di massa della storia, perpetrato nei confronti del popolo ebraico.

“La Lega Pro con i suoi sessanta Club è impegnata quotidianamente in iniziative legate al sociale e rivolte soprattutto ai giovani. Non si possono e non si devono dimenticare le atrocità compiute dal nazismo e la sofferenza patita da milioni di persone e, nel futuro, non ci deve essere più spazio per l’ intolleranza e per le discriminazioni” conclude Ghirelli.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito