Gigi Garanzini sulle colonne de La Stampa ha analizzato il pareggio per 0-0 maturato tra Milan e Juventus. Questi alcuni estratti di ciò che ha scritto: “Basta evocarlo e rieccolo il caro, vecchio zero a zero. È uscito […] sulla ruota di San Siro […] in una delle partite più deludenti dell’intera stagione. Le attenuanti non mancano, Milan ai minimi termini e Juve aggrappata alla filosofia del punticino per proseguire la serie. Ma così forse è troppo, nel senso del troppo poco: visto che il Milan ogni tanto ci ha almeno provato, ma la Juve molto semplicemente si è astenuta. […] Milan-Juve […] è stato molto, ma molto povero dal punto di vista tecnico, con rari lampi di qualità individuale sparsi tra il tanto agonismo che la cosiddetta posta in palio richiedeva. Nella prima fase, da una parte gli strappi in avanti di Leao, […] dall’altra le cuciture arretrate di Dybala […]. Niente di che, la classica leggera supremazia di una squadra, il Milan, che ci stava oggettivamente provando più dell’altra, molto sulle sue. Più Juve e meno Milan nella ripresa, ma sempre a schiuma frenata. Sempre giocando la palla, da una parte e dall’altra, più con la paura di perderla che con la convinzione di mandarla a buon fine. Non proprio uno strazio, ma qualcosa di molto simile […]”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito