FIORENTINA-ROMA : 2-0
 
Terracciano 6: Dopo l’errore di settimana scorsa non sbaglia, e soprattutto non rischia mai, un pallone: questa sono tanti i rinvii a cercare Cabral. Si dimostra sempre sicuro nelle uscite, conferendo tranquillità a tutto il reparto difensivo.
 
Venuti 6: Partita tranquilla la sua, che anche oggi non fa sentire l’assenza di Odriozola. Ottimo il passaggio lungo per Ikonè dopo pochi minuti, dimostra sicurezza e tranquillità.
 
Milenkovic 6,5: Gestisce in scioltezza Abraham, in coppia con Igor, che nell’arco dei 90 minuti arriva al tiro solo due volte. Finalmente sembra essere tornato sui suoi livelli, la squadra viola ne beneficia. 
 
Igor 6,5: Altra prova importante per il brasiliano classe ’98: tiene d’occhio Abraham per tutta la partita, concedendogli soltanto un colpo di testa nel secondo tempo. Sicuro e tranquillo dimostra ancora una volta la crescita esponenziale degli ultimi mesi.
 
Biraghi 6: Dalle sue parti la Roma non si vede quasi mai e il capitano viola si limita a gestire. Vanifica il 3-0 di Bonaventura partendo in posizione irregolare al momento dell’assist, per il resto serata tranquilla per lui
 
(dal 45’ s.t. Terzic sv)
 
Duncan 6,5: Italiano lo sceglie per dare peso e muscoli al centrocampo, il nigeriano ripaga la fiducia con una buona prestazione. Si dimostra una calamita: è bravo a farsi trovare pronto su tutte le seconde palle.
 
Amrabat 7: Chiamato nuovamente a sostituire Torreira dopo la buona ma sfortunata prestazione di Milano il marocchino offre un’altra prestazione di spessore: Si prende anche qualche rischio, ma sostanzialmente se gioca così c’è poco da dirgli. Ci prova anche a segnare ma la sua conclusione dal limite, benché ben piazzata, risulta essere un po’ troppo centrale
 
Bonaventura 7: Sontuoso sul gol del raddoppio quando con una finta di corpo riesce a liberarsi al tiro, è ancora più bravo a far sembrar semplice una rete che non lo è. Solo Biraghi, in fuorigioco ad inizio azione, gli nega la gioia della doppietta. Nel secondo tempo cala fisicamente e si limita a gestire il pallone. 
 
(dal 30’ s.t Maleh sv)
 
N. Gonzalez 7,5: Da subito dimostra di essere tornato sui livelli di un mese fa. Determinante per sbloccare la partita: probabilmente senza il fallo su di lui nei minuti iniziali, ed il successivo rigore trasformato dall’argentino, la partita non sarebbe stata la stessa. 
 
(dal 45’ s.t. Callejon sv)
 
Cabral 6,5: Il brasiliano dimostra che sta piano piano entrando nei meccanismi del campionato italiano. Gioca spesso lontano dalla porta, ma è utilissimo in fase di impostazione: a volte appare spesso troppo generoso verso i compagni, e ciò lo porta ad essere poche volte davanti alla porta.
 
(dal 30’ s.t. Piatek sv)
 
Ikonè 6,5: nei primi 30 minuti è una furia, nessuno della Roma riesce a reggere il suo passo: al francese manca solo il gol. Guida, in serata ampiamente negativa, lo ferma mentre è lanciato verso la porta della Roma dopo un intervento a vuoto di un avversario. Prestazione ben sopra la media delle ultime usciti
 
(dal 45’ s.t. Saponara sv)
 
All.: Italiano 7: Prepara la partita sotto ogni minimo particolare e la squadra lo segue perfettamente.  Contro ogni pronostico lascia inizialmente, poi per tutti i 90 minuti, Torreira e la scelta si rivela ottima. La sua Fiorentina ritorna alla vittoria nella serata forse più importante del campionato: quella del dentro o fuori in Europa, ed è grandi dei meriti se a due giornate la Fiorentina è ancora in corsa è merito suo. 
 



Leggi l’articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito