Arrivato alla Cremonese nel gennaio 2021, quando la squadra rischiava la retrocessione, Fabio Pecchia – in poco più di un anno – ha trascinato i grigiorossi in Serie A, categoria che mancava da 26 anni. Di questo percorso, il mister ne ha parlato a Tuttosport: “Era un momento particolare e difficile, io ho solo cercato di ridare fiducia alla squadra perché le potenzialità c’erano tutte, andavano semplicemente scoperte. La Cremonese allora era come una bella pianta che aveva bisogno d’acqua. Sapevo che era una sfida difficile ma mi ha aiutato molto l’ambiente, umile e fertile, e anche per questo tutto ha girato per il verso giusto fin da subito. Partendo quasi dal fondo, sfiorammo i playoff, la media era quella, più o meno. Ma l’obiettivo era mantenere la categoria, pensavamo solo a fare i punti per salvarci perché la situazione all’inizio era molto difficile e aveva spaventato tutti. Adesso? C’è tempo per pensarci, è stata un’annata estenuante. Dio provvede, ci attende un altro lungo percorso. Ma al momento non lo so neanche io, e non voglio pensarci, preferisco ancora godermi la gioia della promozione”.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito