Cena di Natale per la Lazio, che prova almeno per una sera a tener lontane le troppe ombre di una stagione fin qui non esaltante. L’evento, organizzato dalla società per cementare il clima e l’armonia del gruppo a ridosso delle festività, è ormai divenuto un appuntamento fisso. L’anno scorso saltò per via del Covid. Quest’anno invece la tradizione è ripresa e l’Hotel St. Regis di Roma, scelto come location, ha ospitato 180 invitati.

Presenti tutti i calciatori della rosa con le rispettive compagne, il mister Maurizio Sarri, il vice Martusciello, lo staff e la dirigenza al completo, con il presidente Claudio Lotito e il direttore sportivo Igli Tare. A loro si sono uniti anche alcuni ospiti d’eccezione come Anna Falchi e i cantanti Briga e Tommaso Paradiso

Nel corso della serata i protagonisti sono anche intervenuti ai microfoni di Lazio Style, canali media ufficiali del club, per rilasciare alcune dichiarazioni. “Stasera è tutto molto bello, ci fa bene passare una serata diversa insieme – ha detto Mattia Zaccagni – Io sto bene, mi sono ripreso e oggi mi sono allenato. Siamo carichi per venerdì. Gli errori si fanno tutti insieme e si condividono sia quando si perde, sia quando si vince. Dopo la partita vengono analizzati e poi si va avanti”. Gli fa eco il mister poco dopo: “A questi ragazzi voglio bene e so che possono fare di più. Li vedo tutti i giorni e so che loro hanno molto di più di quanto esprimono. Il responsabile sono io e devo aiutare a trovare continuità e la giusta mentalità. Sul campo ci mettiamo prima la faccia e la maglia è da rispettare”. Su possibili regali a gennaio ha aggiunto: “Intanto sotto l’albero spero di trovare 6 punti nelle prossime due partite. Sarebbe importantissimo. Se pensiamo di risolvere i problemi solo con il mercato siamo fuori strada”.

Sergej Milinkovic-Savic parla così di Sarri: “Io al mister gli voglio bene, non stiamo facendo ancora come vuole lui ma col tempo ce la faremo. Piano piano, non siamo partiti alla grande ma prima o poi arriveranno i risultati​”.

L’attaccante della Lazio Ciro Immobile ha commentato lo sfogo del presidente Lotito durante la Cena di Natale: “Come padre di una famiglia ogni tanto fa bene a usare il bastone e non solo la carota. Il suo sfogo è giusto, dobbiamo andare nella direzione opposta rispetto a dove stiamo andando adesso. Non dobbiamo fare drammi, ma servono cambiamenti. Non siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo; Lotito non ci ha fatto questa strigliata per cattiveria, ma per stimolarci. E ben venga”.

Sfoglia la gallery per vedere le foto della serata



Leggi l’articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito