Nella giornata di domani, nel salone d’onore del Coni dove si riunirà il Collegio di Garanzia a Sezioni Unite, si discuteranno i ricorsi della Lazio in merito al caso tamponi. Oltre al ricorso della società (per la multa da 200mila euro) ci saranno anche quelli di Lotito (contro i 12 mesi di inibizione) e dei medici Fabio Rodia e Ivo Pulcini. Proprio la posizione del presidente è quella più complessa: i 12 mesi di inibizione, scrive la Gazzetta dello Sport, fanno scattare la decadenzadal consiglio federale. Il numero uno biancoceleste, si legge, cercherà di dimostrare la limitatezza dei poteri presidenziali in campo sanitario.



Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito