Paolo Bonolis, conduttore tv e noto tifoso nerazzurro, ha commentato a Radio Punto Nuovo la trattativa fra Inter e Chelsea per Romelu Lukaku: “È questione di circostanze: mi spiace vedere che dopo uno scudetto vinto se ne vada il tecnico, se ne vada Hakimi, se ne vada anche Lukaku. Hakimi era sacrificabile. Lukaku se ne va a 130, difficile ipotizzare una società che possa dire di no viste le circostanze. Ora confido molto nell’abilità di Marotta e di Ausilio nel compensare queste due partenze con giocatori che abbiano la forza di ricostruire una rosa importante. Per vendere significa che ci sono delle offerte, a comprare bisogna capire se ci sono giocatori disposti a essere ceduti davvero dalle società. Se quest’affare Lukaku andrà in porto, sono certo che ci saranno le idee chiare. Ridimensionamento? Il mondo è cambiato nel frattempo, è cambiato in Cina. Se i problemi di cassa sono così forti, non puoi coprirli con Gagliardini e Perisic. Ci sono delle rose straordinarie che non hanno vinto niente, come quella del Manchester City o soprattutto del PSG. Poi, bisognerà capire come tamponare, ma le circostanze non si possono non contemperare. L’offerta per Lukaku è fuori mercato. Successe lo stesso con Zidane e la Juve. Petagna? Se me lo danno sono contento (ride, ndr) è il Lukaku bianco!”.



Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito