C’è una differenza tra giocatori poco impegnati e giocatori fuori dal progetto. Lo si nota particolarmente al Milan, in cui Stefano Pioli – nonostante il rallentamento dell’ultimissima parte di campionato – ha ruotato praticamente tutta la rosa a disposizione per far fronte ai numerosi infortuni stagionali.

Ecco perché, ad esempio, non si possono mettere sullo stesso piano Matteo Gabbia e Andrea Conti. Il primo, si sa, partiva e parte anche oggi in fondo alle gerarchie dei centrali di difesa, mentre l’esterno si può considerare un vero e proprio fantasma del Milan. E’ lui il primo nome sulla lista dei partenti, in rossonero non gioca una partita ufficiale dal 18 gennaio scorso (7′ nel successo 2-0 a Cagliari). In scadenza a giugno, a gennaio sarà lasciato libero di trovarsi una nuova squadra. In pole position c’è la Sampdoria del suo ex allenatore al Parma, Roberto D’Aversa.

E Pellegri? La sua avventura al Milan è iniziata sulla falsa riga delle ultime stagione: costernata da infortuni. Il suo minutaggio parla chiaro: 127′ in 6 presenze nella prima parte di campionato, ed attualmente ancora infortunato, non dovrebbe comunque lasciare Milano. Il cambio di maglia (se ci sarà) è rimandato a fine stagione.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito