Il 17 maggio 1989 il Napoli iscrive il suo nome nella storia del calcio europeo vincendo il suo primo titolo continentale. Al Neckarstadion i partenopei giocano la finale di ritorno di Coppa Uefa contro lo Stoccarda. L’andata al San Paolo vide gli azzurri vincere in rimonta 2-1 non senza polemiche: il gol vincente arrivò su rigore contestato e un’ammonizione fece scattare la squalifica al capitano dello Stoccarda Guido Buchwald. La sfida di Stoccarda è accolta da un’autentica invasione di tifosi napoletani, molti di loro residenti in Germania. Alemao apre le danze al 18′, Klinsmann pareggia nove minuti dopo. La rete di un giovanissimo Ciro Ferrara, su incredibile assist di testa di Maradona, riporta avanti il Napoli nell’intervallo e quando Careca, ancora su assist del Pibe de Oro, fa l’1-3 nella ripresa è ormai chiaro che la bacheca del Napoli vedrà la prima Coppa Uefa. La rimonta dello Stoccarda, che riuscirà a chiudere la partita sul 3-3 serve solo per l’onore: Diego Armando Maradona alza al cielo il trofeo, al termine di una competizione che ha visto la squadra allenata da Ottavio Bianchi eliminare Paok Salonicco, Lokomotiv Lipsia, Bordeaux, Juventus, Bayern Monaco e, ovviamente, Stoccarda.

Leggi l'articolo originale

About Author

Pro News

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai più di 18 anni?

In questo sito web sono presenti contenuti dedicati ai soli maggiorenni.

Se ha meno di 18 anni non puoi accedere ai contenuti del sito